Uncategorized|

BONUS SANIFICAZIONE E ACQUISTO DPI: STABILITA LA MISURA PERCENTUALE DI EFFETTIVA FRUIZIONE

Con un Provvedimento direttoriale, l’Agenzia delle Entrate ha reso nota la percentuale di credito effettivamente utilizzabile da ciascun soggetto beneficiario, per le spese di sanificazione e di acquisto di DPI sostenute nel 2020. Questa percentuale, pari al 15,6423%, deriva dal rapporto tra il limite complessivo di spesa stabilito dal “Decreto Rilancio” e l’ammontare complessivo dei crediti d’imposta richiesti entro il 7 settembre 2020.

Con la Risoluzione n.52/E del 14 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il cod. tributo 6917, da utilizzare in compensazione tramite modello F24, del credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro.

Come noto, l’art. 125 del Decreto “Rilancio” ha riconosciuto a tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arti o professioni, senza alcuna distinzione di categoria merceologica, nonché agli enti non commerciali, un credito d’imposta in relazione alle spese sostenute durante l’anno 2020 per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, nella misura, alle condizioni e modalità applicative indicate dalla stessa norma istitutiva e dal Provvedimento attuativo del Direttore dell’Agenzia delle Entrate (prot. n. 259854/2020) del 10 luglio 2020.

Con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate (prot. n. 302831/2020) dell’11 settembre 2020, è stato reso stabilito il credito d’imposta spettante a ciascun beneficiario che viene determinato moltiplicando il credito d’imposta richiesto risultante dall’ultima comunicazione validamente presentata (in assenza di rinuncia), arrotondato all’unità di euro, per la percentuale del 15,6423%.

L’importo risultante potrà essere verificato da ciascun beneficiario tramite il proprio cassetto fiscale, accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Il codice tributo da utilizzare in compensazione tramite il mod.F24 è il 6917.

Il credito d’imposta, in relazione alle spese effettivamente sostenute nel 2020 e fino all’ammontare massimo fruibile, potrà essere utilizzato dal soggetto beneficiario:

a. nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa; il credito spettante e i corrispondenti utilizzi andranno indicati nel quadro “RU”, specificando sia la quota utilizzata in dichiarazione, sia la quota compensata tramite il Modello F24 (lettera b), sia la quota eventualmente ceduta (lettera c);

b. in compensazione “orizzontale”, tramite Modello F24 presentato esclusivamente tramite i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate indicando il codice tributo 6917, già a partire dal 16 settembre 2020 (giorno lavorativo successivo alla pubblicazione del provvedimento); non si applicano i vincoli previsti per la fruizione della generalità dei crediti d’imposta e, segnatamente, il limite massimo di compensazione annuale dei crediti e il limite annuale dei crediti d’imposta utilizzabili;

c. optando, dal 14 settembre 2020 entro il 31 dicembre 2021, per la cessione del credito, anche parziale, ad altri soggetti, ivi compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari, con loro facoltà di successiva cessione dello stesso credito.

Con l’occasione, si segnala che l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la risposta a interpello n. 363 del 16 settembre 2020 con la quale ha precisato che “… le spese sostenute per la consulenza in materia di prevenzione e salute sui luoghi di lavoro, per la progettazione degli ambienti di lavoro, l’addestramento e la stesura di protocolli di sicurezza) non devono essere considerate ai fini della fruizione del crediti d’imposta di cui all’articolo 125 del decreto rilancio”.

Per ogni eventuale approfondimento in merito, si rinvia ai rispettivi consulenti fiscali

Cordiali saluti.

Il Segretario Il Presidente Maurizio Giacomazzi Franco Gariboldi Muschietti
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Search Window