News

Caldo torrido e farmaci: ecco il decalogo dell’AIFA per assumerli e conservarli in modo sicuro

Roma, 21 luglio 2015 - Durante le ondate di calore, le condizioni ambientali possono alterare l’integrità, l’efficacia e la sicurezza dei medicinali. L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha quindi stilato un vademecum per un uso sicuro di quelle molecole che a causa del loro meccanismo di azione, possono interferire con la termoregolazione o alterare lo stato di idratazione.
A quali farmaci prestare attenzione?
1. Anticolinergici, antipscicotici e antidepressivi, antiepilettici e antistaminici: riducono lo stato di vigilanza e ostacolano la sudorazione.
2. Farmaci contro il Parkinson: alterano la traspirazione, possono abbassare la pressione arteriosa, causare vertigini e stato di confusione.
3. Ansiolitici e rilassanti muscolari: oltre a quanto già esposto, diminuiscono la gittata cardiaca, dilatano i vasi sanguigni, influenzano il raffreddamento e possono aggravare sintomi respiratori.
4. Medicinali per il cuore: i loro effetti vasodilatatori riducono la capacità di dissipare il calore.
5. Farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale (bronco-dilatatori, antispastici, adrenalinici, ecc.): possono influenzare la regolazione dell’assorbimento del calcio e l’ipotensione nelle persone a rischio.
6. Antipertensivi e diuretici: causano disidratazione e abbassano la pressione.
7. Altre classi di farmaci per i disturbi gastro-intestinali (nausea, vomito, diarrea e incontinenza urinaria), possono alterare l’equilibrio idro-elettrolitico.
8. Per mantenerne inalterate le caratteristiche, conservate i farmaci in luogo asciutto, a una temperatura non inferiore o superiore ai 25°.
9. Nel caso di viaggi o soggiorni fuori casa i potete trasportarli in un contenitore termico, evitando sempre l'esposizione a fonti di calore. Non riponeteli nell’armadietto dei medicinali: perché nel bagno si registrano alti livelli di umidità. Preferire un armadio di tela in un ripostiglio, in camera da letto o in un mobile da cucina lontano da fonti di calore.
10. Infine, non travasate i farmaci: mantenete sempre i contenitori originali etichettati che sono progettati in maniera tale da proteggere e conservare i medicinali.

« torna alle news
CONTENUTI AREA RISERVATA